Gli Italiani viaggeranno per le vacanze? I risultati del sondaggio

Alt

L’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus ha portato molti cambiamenti, anche per quanto riguarda le vacanze estive.
Secondo quanto emerso dall’indagine realizzata per Facile.it da mUpResearch e Norstat, non partirà un italiano su due (55,2 %), cioè oltre 24 milioni di individui. Un dato enorme rispetto al 2018, quando rimasero a casa "solo" circa 8 milioni di italiani. E le risposte interessanti non finiscono qui.

 

 

Quanto incide la pandemia di Covid19 nella rinuncia alle vacanze?

  • Il 43,7 % non si può permettere di partire;
  • Il 42,3 % è scoraggiato dalle nuove regole del DPCM;
  • Il 28,7 % ha paura del contagio;
  • Il 6,1 % non ha più ferie disponibili dopo le “ferie forzate” del lockdown.

 

 

Chi andrà in vacanza, dove andrà?

La risposta che va per la maggiore è l’Italia (90,2 %):

  • 51,3 % in una regione diversa dalla propria;
  • 38,9 % nella stessa regione di residenza.

 

 

Come raggiungerà la meta vacanziera?

Il 78,3 % degli intervistati (oltre 15,3 milioni di individui) afferma che per raggiungere il luogo di vacanza scelto si sposterà con la propria automobile. 600.000 italiani noleggeranno un’automobile, mentre 520.000 utilizzeranno il camper o la roulotte. Solamente il 12,4 % userà l’aereo, mentre l’11,1 % preferisce il treno. Il 2,2 % raggiungerà la propria meta con la nave.

 

 

Dove alloggerà una volta raggiunta la destinazione?

  • 27,4 % in albergo;
  • 22,1 % prenderà in affitto una casa;
  • 20,4 % nella seconda casa;
  • 9,7 % in un B&B;
  • 6,6 % in un villaggio turistico;
  • 2,7 % in campeggio o in tenda;
  • 2,7 % in camper o in roulottes.

 

 

Leggere l’articolo completo per approfondire.