Dalla Francia in arrivo l’asfalto che non congela

In Francia ha superato i test PowerRoad uno speciale asfalto che, grazie all’energia solare, non avrebbe bisogno della pulizia stradale invernale. Quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi?

Come funziona l’asfalto che non congela?

Possiamo immaginare l’asfalto come un pavimento domestico riscaldato, con il sistema radiante ad alcuni centimetri di profondità. Alle prime gelate entrano in azione le pompe di calore, che scaldano lo strato sotto all’asfalto e lo scongelano.

Il test è stato svolto a Doubs su un parcheggio, una banchina per gli autobus e su alcuni marciapiedi. Un altro test è stato effettuato lungo l’autostrada A10 a Saint-Arnoult-en-Yvelines.

Quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi?

I costi di realizzazione rimangono alti rispetto all’asfalto tradizionale (il doppio). Inoltre i cantieri rimarrebbero aperti il 15% del tempo in più. Ma a questi disagi corrispondono dei benefici a lungo termine che consente sia lo scongelamento dell’asfalto sia il riscaldamento degli edifici.

Riscaldare la strada per prevenirne il congelamento è un’idea che si sta diffondendo in Francia e la tecnologia sviluppata, pur essendo ancora sperimentale, porterebbe a molti benefici, tra cui l’abbandono dell’uso del sale sulle strade e i costi per il suo acquisto e per il mantenimento dei mezzi spargisale.
Non solo, crollerebbero i costi e l’impatto ambientale derivanti da rimozione e smaltimento della neve.

Per leggere l’articolo completo clicca qui.

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email